Carlos-barraza-logo-50
modern business center

Tipi di startup

Recentemente la parola “Startup” sta avendo un impatto maggiore, e forse per questioni di marketing, o per qualcosa che sta accadendo a livello globale. Mentre le aziende tecnologiche e le reti di social media come Facebook, Google, Apple o Twitter stanno avendo i loro anni buoni sul mercato, nuove imprese stanno emergendo. Le startup hanno un’ascesa di moda negli ultimi anni. Tuttavia, pensare che le uniche aziende che esistono sono tecnologiche, questo può essere classificato come un errore.

Facendo qualche ricerca online, ho scoperto che ci sono diverse classificazioni per le startup. In diversi luoghi i numeri possono essere trovati più o meno tipi di startup in affari, ma qui presento alcuni tipi di startup che sono più rappresentativi.

Scopi delle startup

Secondo il professor Myles Bassell del Brooklyn College l’imprenditorialità è il processo di creazione di qualcosa di nuovo e di assunzione dei rischi e delle ricompense. L’imprenditorialità è il processo dinamico di creazione della ricchezza.

Spiega anche il processo imprenditoriale e in generale i tipi di startup che esistono. Inoltre, Renderforest mostra i 6 tipi di startup che esistono.

1. Grandi imprese startup

Creato per innovare

2. Startup di imprenditoria sociale

Costruito per fare la differenza

3. Startup acquistabili

Creato per essere acquisito

4. Startup scalabili

Costruito per crescere enormemente

5. Startup di piccole e medie imprese

Creato per soddisfare le esigenze del fondatore

6. Startup sullo stile di vita

Costruito per lavorare su ciò che ami

interior of busy architects office with staff

1. Grandi imprese startup

Le aziende con grande capitale e presenza in diversi mercati sono riconosciute per ciò che offrono da anni. Tuttavia, al fine di essere più redditizio e creare nuove entrate che le grandi aziende devono innovare in nuovi modelli di business che li aiutano a raggiungere questi obiettivi. Qualsiasi nuovo business sviluppato da alcune di queste aziende rientra nella categoria.

2. Startup di imprenditoria sociale

Ci sono imprenditori che stanno creando organizzazioni non-profit, o una combinazione di ricerca di profitto, ma soprattutto il suo obiettivo finale è quello di migliorare il loro ambiente. L’obiettivo principale degli imprenditori sociali è quello di rendere il mondo un posto migliore. Non per il fatto che la loro azienda o organizzazione non cerca la redditività come obiettivo principale, non dovremmo considerarli come una startup. Stanno anche iniziando un percorso di creazione di ricchezza, al fine di creare un mondo migliore.

business people working on desk

3. Startup acquistabili

L’abilità degli sviluppatori di software sta aumentando, e stiamo vedendo più app sul mercato. Forse l’obiettivo dei creatori è quello di generare qualcosa di nuovo, ma ad un certo punto finiscono per essere acquisiti da un gigante della tecnologia. Come esempio abbiamo Instagram che è stato acquisito da Facebook.

4. Startup scalabili

In questa categoria rientrano quelle che probabilmente sentiamo di più, le startup tecnologiche. Le aziende tecnologiche hanno un enorme potenziale di crescita grazie alla natura che permette l’accesso a un mercato globale. Essere scalabile va oltre la tecnologia, essere scalabile è il potenziale di un’azienda appena fondata per ottenere finanziamenti dagli investitori e crescere fino a una presenza mondiale.

business people meeting discussion corporate

5. Startup di piccole e medie imprese:

La descrizione di una PMI può essere ambigua, perché questi tipi di imprese possono essere classificati sia per la loro dimensione in persone che per la quantità di reddito che hanno. Ciò che hanno in comune è che queste imprese iniziano con l’ideale di un fondatore o di un gruppo di fondatori per risolvere uno dei loro bisogni. Le PMI nella loro fase di fondatore non hanno bisogno di essere aziende molto sofisticate per essere considerate startup. Il modo tradizionale di creare ricchezza è quello di avviare nuove attività con modelli di business collaudati.

6. Startup sullo stile di vita

Per gli amanti degli hobby che lavorano sulla loro vera passione possono essere elencati sotto questo tipo di startup. Di solito sono persone che vogliono soddisfare i loro bisogni stando in attività che sono interamente su ciò che gli piace. Per esempio, gli amanti della musica che decidono di aprire una scuola di musica per passare più tempo intorno a questo ambiente.

Certamente ci possono essere più tipi di startup nel business, ma ciò che è interessante è vedere come l’imprenditorialità in tutto il mondo sta assumendo un ruolo importante nello sviluppo dei paesi.

L'ultima piattaforma di hosting gestitoimp

Che tipo di startup hanno successo?

Le startup possono essere facilmente classificate come startup tecnologiche che hanno la facilità di diventare startup con modelli di business scalabili e ripetibili.

Ma come abbiamo visto, si possono considerare altri tipi di startup in base alla loro idea di business.

Il successo è un concetto soggettivo che può essere declinato in diverse prospettive.

Mentre una startup di Big Business con i suoi investitori angelici potrebbe considerare un successo quelle nuove imprese che sono state in grado di avere un ritorno sull’investimento in meno tempo, una startup di lifestyle potrebbe considerare un successo il semplice raggiungimento della vita che l’imprenditore ha avuto indipendentemente dalla quantità di denaro.

In questo caso, entrambi possono avere successo nei propri termini.

Un’idea imprenditoriale che è partita da una visione imprenditoriale e che è stata in grado di consolidarsi, può essere una startup di successo.

Non tutte le aziende hanno gli stessi obiettivi.

Pertanto, per valutare quale delle tipologie di startup precedentemente menzionate abbia più successo dell’altra, sarebbe opportuno chiedere all’imprenditore se ha raggiunto l’obiettivo che si era prefissato quando ha lavorato alla sua idea imprenditoriale.

L’avvio di una piccola impresa locale non può essere paragonato a quello di una piccola impresa ad alta tecnologia, poiché la prima potrebbe avere l’obiettivo di servire i proprietari e le esigenze locali, mentre l’altra è focalizzata sull’avvio di piccole imprese ma con l’obiettivo di diventare un’azienda globale.

E ci sono già storie di startup di grandi aziende che hanno ricevuto il sostegno di angel investors e che nei primi anni hanno registrato solo perdite, fino a raggiungere il profitto.

I primi anni potrebbero essere considerati il momento in cui una startup fallisce, ma ciò che conta è il processo e se raggiunge il suo obiettivo in altri 3 o 4 anni, allora cambia la prospettiva.

Quali tipi di startup sono più spesso redditizie?

Le piccole imprese high-tech che partono dal basso e si fanno strada non hanno la pressione di lavorare con angel investor e società di venture capital che hanno bisogno di un ritorno sull’investimento.

Man mano che le piccole imprese si fanno strada, possono anche avere un migliore controllo delle spese necessarie per il loro funzionamento.

Certamente, le startup di grandi aziende hanno il supporto di un’azienda già affermata, dove il loro investimento iniziale aiuta a stabilire un budget.

Ma in confronto, le piccole imprese ad alta tecnologia che si stanno costruendo da sole e fanno affidamento sui loro flussi di entrate sono più propense a cercare modi più rapidi per diventare più redditizie e avere un migliore controllo sulle loro spese.

Domande frequenti

I diversi tipi di startup sono:

  1. Startup di grandi imprese
  2. Startup di imprenditoria sociale
  3. Startup acquistabili
  4. Startup scalabili
  5. PMI Startup
  6. Startup per lo stile di vita

Per scegliere un’idea di startup da sviluppare nel tuo viaggio imprenditoriale, si raccomanda di scegliere un settore in cui ami lavorare.

Creare un business è una maratona, non uno sprint, quindi dovreste davvero godervi quello che state per creare.

Naturalmente ci sono alcune industrie che hanno un potenziale di crescita più alto, ma se non ti piace davvero stare in un certo tipo di attività, non funzionerà.

Un modo consigliato per scegliere un’idea di startup è quello di fare una ricerca per parole chiave in un argomento correlato che ti piace. Questo vi aiuterà a scoprire se il vostro argomento è rilevante per il mercato.

Se conosci già il tuo mercato e sai quali sono i loro punti deboli, questo renderà più facile il tuo percorso per sviluppare la tua idea di business.

Una startup è una giovane azienda fondata da uno o più imprenditori per sviluppare un prodotto o servizio unico e portarlo sul mercato. Per sua natura, la tipica startup tende ad essere un’operazione da pochi soldi, con finanziamenti iniziali dai fondatori o dai loro amici e famiglie.

Investopedia.