Cos’è un imbuto di vendita e a cosa serve?

Oggi parleremo un po’ di cos’è un imbuto di vendita e a cosa serve, perché se sei nel marketing digitale da molto tempo potresti averne già sentito parlare o conoscerlo un po’.

Ma d’altra parte, se sei nuovo in questo mondo, forse è un argomento sconosciuto per te.

Pertanto, vi aiuteremo ad espandere tutte le vostre conoscenze sugli imbuti di vendita, che sono anche conosciuti come imbuti di conversione o imbuti di marketing.

Cos'è un imbuto di vendita e a cosa serve
Scritto da

Questo articolo è disponibile anche in: English Español Deutsch Italiano Português Français Русский 日本語

Indice

Cos'è un imbuto di vendita?

Per capire cos’è un imbuto di vendita, dobbiamo cominciare a definire cos’è un imbuto di conversione, noto anche come imbuto di vendita.

L’imbuto di vendita è uno strumento o una struttura in cui ci sono passi che un utente o un potenziale prospect fa per diventare un cliente del nostro servizio o prodotto.

Per dirlo più chiaramente, faremo un esempio: Quando un’azienda specializzata nel mercato dei computer, avrà un imbuto di conversione che partirà dalle campagne pubblicitarie che si realizzano, sia nelle reti sociali.

Poi passare attraverso il processo di educazione sul prodotto o servizio alle persone che sono venute attraverso la pubblicità che è stata fatta nelle reti. E finirà con le persone che dopo il processo educativo hanno deciso di comprare il prodotto nel negozio online, che in questo esempio sarebbe il computer.

Dati di vendita
Grafico delle vendite

A cosa serve l'imbuto di vendita?

Vi abbiamo già parlato un po’ di cos’è l’imbuto di vendita, ma ora vi diremo a cosa serve l’imbuto di vendita in modo che possiate capire un po’ di più sull’importanza di implementarlo nel vostro business.

Costruire la fiducia

Una delle chiavi principali per vendere sul web è che devi avere fiducia. Vendere un prodotto Hight Ticket a un gruppo specifico di persone che non ci conoscono è molto complicato.

Per fare questo, la prima cosa da fare è guadagnare la fiducia dei potenziali clienti e mostrare loro che siamo un grande riferimento nel settore in cui siamo. Possiamo raggiungere questo obiettivo con l’imbuto di vendita.

Trasformare gli estranei in clienti

Ecco un fatto che ti aiuterà molto: il 75% dei potenziali clienti non sono pronti a comprare. Cosa significa questo? Che se mostriamo i nostri annunci di vendita a persone che non sono ancora pronte, potremmo ottenere il contrario di quello che vogliamo.

Un altro fatto importante è che l’80% delle persone tende ad abbandonare i siti web senza aver fatto alcuna azione su di essi. Quindi è necessario creare un impatto per finire la decisione di acquisto dei clienti.

Aumento del fatturato

Quando creiamo un imbuto di vendita abbastanza efficace, avremo più elementi di quanto si pensi. Ma comunque, affinché il funnel diventi redditizio, deve avere un front end e un back end.

In altre parole, offerte che sono visibili e anche altre offerte che non sono così visibili finché il cliente non fa una serie di passi. Questo ci permetterà di offrire prodotti complementari e correlati al prodotto principale.

Come funziona un imbuto di vendita?

Il funnel di vendita funziona con un processo di conversione da una prospettiva a un lead e infine a un cliente.

Questo lo rende uno strumento di marketing molto importante.

Ora spiegheremo qual è il processo di conversione di un prodotto o servizio che stiamo offrendo.

Poi spiegheremo quali sono le fasi dell’imbuto di vendita:

Prima fase: Ottenere prospettive

Questa prima fase dell’imbuto di vendita inizierà con la ricerca di potenziali clienti. Per fare questo, dobbiamo andare verso persone che non conoscono il prodotto che stiamo offrendo, chiameremo questo tipo di persone “traffico freddo”.

Ora, per convertirli in prospect, dobbiamo realizzare una campagna su Facebook che sia diretta principalmente a persone con questo tipo di traffico e che provino interesse per la tecnologia.

All’interno della pubblicità che faremo al pubblico del traffico freddo che facciamo attraverso il social network Facebook, è meglio utilizzare un link a una landing page o pagina di destinazione, che ha la funzione di ospitare le persone che arrivano attraverso la pubblicità e lasciano i dati.

Questa prima fase dell’imbuto di vendita terminerà quando il prospect raggiunge la landing page, che può risvegliare il desiderio di consumare il prodotto.

Seconda fase: lead, lead e ancora più lead.

Tutte le persone che entrano nella landing page diventeranno potenziali clienti perché hanno un certo interesse per il nostro prodotto o servizio.

E quando le persone hanno lasciato i loro dati, diventano automaticamente dei lead.

I lead sono fondamentalmente questo, tutte le persone che si registrano sulla landing page.

All’interno del funnel, il passo successivo è classificare e filtrare tutti i lead.

La prima cosa da fare è iniziare con il processo di educazione di tutti i lead che sono arrivati dopo la campagna pubblicitaria.

Terza fase: MQL

Per passare alla terza fase dell’imbuto di vendita, è necessario filtrare tutti i lead.

Questo può essere fatto attraverso un modulo o un form, dove i lead possono fornire ancora più dati.

Quando i lead lasciano più dati diventano Marketing Qualified Leads (MQL). Dal momento che hanno mostrato un certo interesse per il nostro prodotto o servizio.

Una volta che sono stati identificati come MQL è il momento di passare alla fase successiva che cercherà il senso di urgenza da parte dei lead.

Quarta fase: SQL

Per la quarta fase, devi cercare i lead che hanno effettivamente l’intenzione di voler comprare i prodotti o i servizi che offri.

Per fare questo, devi implementare delle azioni che ti permetteranno di sapere quali lead si adattano meglio a questa descrizione.

Questo può essere fatto generando un senso di urgenza, in altre parole, generando una ragione per cui il prodotto o servizio dovrebbe essere consumato immediatamente.

Questa nuova lista che abbiamo creato si chiama Sales Qualified leads (SQL).

In questa quarta fase quello che cerchiamo è di risvegliare il sentimento di desiderio delle persone per il prodotto o il servizio che stiamo offrendo.

Riferimenti

Più su Digital Business.