Entrepreneur vs Intrapreneur

Quali differenze esistono tra un imprenditore e un intrapreneur? Scopri di più su come entrambi gli individui sono ugualmente importanti per le imprese nuove e consolidate.
Scritto da

Questo articolo è disponibile anche in: English Español Deutsch Italiano Português Français Русский

Cos'è un intrapreneur?

Tutto questo argomento dell’imprenditore contro l’intrapreneur ha fatto sì che molte persone si prendano per i capelli ultimamente pensando a quale sia il profilo che gli si addice, o l’opzione migliore per sfruttare la loro creatività.

In questo articolo parleremo un po’ di cos’è realmente un intrapreneur, vi diremo perché sono così richiesti e vi indicheremo le differenze più rilevanti tra un imprenditore e un intrapreneur.

All’interno di ciò che è nella sua maggiore popolarità all’interno delle aziende, troviamo termini come intraimprenditore, poiché questi hanno molta intenzione di beneficiare sempre più di questi personaggi.

La definizione di intrapreneur parla di un dipendente di un’azienda, o business, che porta innovazione all’interno e che mantenere una relazione in cui uno qualsiasi dei suddetti benefici reciproci che sono diventati così importanti che sempre più li rendono più ricercati. 

Si deve tener conto del fatto che all’interno di quella che sarebbe l’area di lavoro dell’intraimprenditore, gli si permette di sviluppare al massimo le sue qualità, poiché ciò che interessa veramente all’organizzazione è la relazione che esiste tra i due per utilizzare la loro creatività e le loro idee per raggiungere i propri obiettivi. 

Per questo l’intrapreneur deve essere visto non solo come una persona capace di essere parte del cambiamento di un’azienda, ma anche diventare colui che lo promuove senza essere necessariamente il leader di un processo, o dell’alto comando.

Caratteristiche dell'intrapreneur

Tra le caratteristiche dell’intrapreneur possiamo trovare principalmente il desiderio di eccellere, e avere una visione del futuro.

Inoltre, hanno anche bisogno di molta iniziativa e leadership per guidare il cambiamento lungo il percorso che hanno ideato.

D’altra parte, si raccomanda che siano persone flessibili e perseveranti, poiché molte delle loro idee non si realizzano al primo colpo o, lungo la strada, devono adattarsi a certi scenari.

Questo ci porta anche ad indicarli come persone con un grande potere di fare ed eseguire i loro piani.

Infine, dal profilo dell’intrapreneur possiamo anche evidenziare il fatto che devono essere persone responsabili delle loro azioni e impegnate nel cambiamento.

Devono essere in grado di prendere decisioni che sostengano l’iniziativa e avere anche una buona capacità di risolvere qualsiasi inconveniente che possa sorgere.

Questo è visto come un professionista che è destinato a portare avanti una nuova linea di business, o il cui compito è quello di innovare all’interno di un’azienda ed è da questo che proviene il suo stipendio, quindi gli viene dato un certo livello di responsabilità per portare avanti i suoi progetti.

L’intrapreneur deve essere psicologicamente preparato ad essere molto coinvolto con l’azienda che lo assume, dove gli si chiede sempre di essere appassionato e motivato per le idee che può proporre, affinché non nascano semplicemente dal bisogno di guadagnare uno stipendio.

L’obiettivo di un intra-imprenditore è quello di preoccuparsi di continuare a innovare, di proporre idee e progetti che siano in linea con la sua metodologia di lavoro e le capacità che ha, in modo da ottenere i migliori risultati possibili da entrambe le parti della medaglia.

Perché le aziende hanno bisogno di intrapreneur?

Apriamo questa sezione pensando che tutte quelle potenti innovazioni che le più grandi aziende hanno avuto non sono sorte spontaneamente, o sono prodotti del caso.

Vengono da un lavoro metodico, con scopi e obiettivi chiari, che viene fatto con l’intenzione di promuovere nuove idee e scalarlo in progetti innovativi.

È quindi sotto la necessità che questo contesto ci mostra che possiamo segnalare l’importanza dell’intrapreneurship, specialmente in quelle aziende che intendono sviluppare nuovi prodotti o servizi in modo costante.

Vale a dire, hanno bisogno che emergano dalla mente di qualcuno. 

Dal punto di vista dell’azienda, si può dire che il grande vantaggio è quello di mantenere questo tipo di talento all’interno delle strutture, che sono un capitale umano importante per la loro capacità di fornire soluzioni e miglioramenti, senza dover cercare altro personale dall’esterno. 

Ma per questo motivo è importante considerare il fatto che si tratta di persone che hanno sempre più fame di creare cose nuove, quindi se avete un professionista di questo tipo che sente che le sue proposte non hanno posto, molto probabilmente lascerà la squadra.

Un intrapreneur fornisce velocità e flessibilità.

Un altro dei maggiori vantaggi di avere un intrapreneur in un’azienda è il fatto che sono in grado di aumentare sia la velocità che la flessibilità di tutte le sue funzioni, un valore estremamente importante nel mercato competitivo di oggi.

La velocità deve essere presa in considerazione, poiché la crescita del business diventa più difficile quando il mercato è già stato catturato ed è radicato. Se hai qualcuno incaricato di fare nuovi affari, la velocità di crescita, che sembrava stagnante, comincia ad aumentare.

D’altra parte, c’è anche il fatto della flessibilità perché il mercato è molto grande e questo rende possibile, e in alcuni casi crea la necessità, di poter guardare ad altri settori per trovare nuove opportunità che aiutino la crescita.

È in questo contesto che gli intrapreneur useranno tutte le loro competenze per essere in grado di immergersi nella ricerca dove si metteranno alla ricerca di nuove opportunità che vanno oltre il business tradizionale, che possono riportare l’azienda ad un enorme picco di attenzione.

Altri vantaggi che si possono ottenere...

All’interno del profilo di un intrapreneur si ha il fatto che sono critici costruttivi, questo avrà sempre una persona capace di mettere in discussione l’ordine stabilito, che non è mai soddisfatto, e che lo esprime in modo positivo, avvicinandosi a tutto in modo diverso.

Allo stesso modo, avrete un dipendente da sogno, uno che fa del fallimento un’opportunità per imparare e lo userà come un’altra esperienza su cui basare tutto ciò che viene dopo.

Si riprende rapidamente da questi momenti e fornisce soluzioni per lasciarseli alle spalle.

Differenzetra imprenditore e intrapreneur

Ora che abbiamo spiegato cos’è un intrapreneur, possiamo quindi fare un Entrepreneur vs. Intrapreneur completamente sano per non mettere entrambi i profili in competizione, ma per evidenziare più chiaramente come differiscono e qual è davvero quello che vuoi essere, o quello che ti serve nel tuo caso.

Differenze nelle loro definizioni

Da un lato, abbiamo la definizione di imprenditore, che ci dice molto direttamente che è una persona che inizia un’attività.

Questo significa che lui stesso fornisce i fondi di investimento, si assume il rischio, ed è il principale decisore.

D’altra parte, sappiamo già che un intrapreneur è un dipendente dell’azienda a cui viene data la possibilità di agire come imprenditore.

Hanno piena autorità per decidere molti aspetti dei nuovi prodotti o servizi, imitando il precedente ma sotto un marchio che non è personale.

Differenze in relazione al patrimonio netto

Un altro aspetto importante all’interno dell’Entrepreneur vs. Intrapreneur è che bisogna sottolineare che il primo è quello che si assume tutti i rischi del progetto, dato che sono i suoi soldi ad essere in gioco.

Mentre quest’ultimo è finanziato dall’organizzazione.

Pensiamo che l’impresa non ha avuto successo e fallisce, le perdite generate per l’intra-imprenditore sono direttamente scontate per l’azienda, quello che può perdere è un po’ di prestigio della sua capacità di prendere buone decisioni o, nel peggiore dei casi, il suo lavoro.

Questo è il motivo per cui l’imprenditore sarà riconosciuto come una persona che prenderà molti più rischi dell’intra-imprenditore.

Il che non è un male; molti iniziano sviluppando la capacità di andare per conto proprio, contribuendo con idee e soluzioni a un’azienda proprio per non perdere tutto prima di conoscere il business.

Differenze generali

Un’altra differenza tra un intrapreneur e un imprenditore è che il primo è di solito autorizzato a prendere decisioni solo all’interno di progetti o situazioni specifiche.

Quest’ultimo, invece, lo fa in tutti gli aspetti dell’azienda.

D’altra parte, va notato che un imprenditore di solito non ha nessun tipo di supporto per i suoi piani.

Nei casi in cui c’è una partnership tra imprenditori, ognuno è ancora responsabile per la parte che deve fornire al business.

Un altro aspetto che può significare molto nel differenziarli è il fatto che l’intrapreneur, in ogni momento, è sul libro paga dell’azienda.

Mentre l’intrapreneur è autonomo, il che può far diminuire i suoi guadagni in certi momenti.

Più su Leadership.