La tecnologia nell’educazione: un pilastro fondamentale per la crescita degli studenti.

La tecnologia nell’educazione è il pilastro fondamentale del mondo intero, da essa dipende che le generazioni future possano essere all’altezza delle grandi sfide che esistono.
Scritto da

Questo articolo è disponibile anche in: English Español Deutsch Italiano Português Français Русский

L'opinione di Carlos -
La tecnologia nell'educazione.

Una cena a base di taco con un amico che lavora in un college, stavamo discutendo di tutta la situazione della pandemia e di come si è rivelata essere un motore della tecnologia.

Certamente, le situazioni esterne possono essere forti motori di cambiamento, e la tecnologia educativa non è stata lasciata indietro.

Mentre discutevamo durante la cena, mi ha raccontato la sua esperienza sui giovani che hanno molta esperienza nel creare Tik Toks, Snapchats e Instastories, ma quando si tratta di tecnologia educativa, sono indietro.

Quindi, le prossime generazioni sono davvero native digitali.

Conoscere le piattaforme dei social media non è sicuramente un certificato che le persone sanno effettivamente usare la tecnologia.

Poiché la tecnologia continua a migliorare e diventa il principale strumento di collaborazione e di lavoro per le imprese, dovrebbe essere insegnata correttamente anche nelle scuole.

L’attuale discussione se le università stanno effettivamente insegnando correttamente ciò che le imprese richiedono mostra che probabilmente le università dovrebbero adottare l’uso delle tecnologie aziendali.

Nella mia esperienza, il principale e più comune software utilizzato era Office.

All’università, tutti abbiamo usato Word, PowerPoint ed Excel.

Ma certamente, ci sono aziende che richiedono competenze avanzate di Excel che in realtà gli studenti non conoscono.

Se iniziamo ad andare oltre su sistemi più avanzati come ERP, CRM, POS, e altri software di gestione, allora questi sono principalmente sperimentati solo quando si lavora in un’azienda.

E nei linguaggi per sviluppatori, allora probabilmente non dobbiamo parlare di Python, R, PHP e altri linguaggi di programmazione che risulteranno più difficili per i non tecnici.

Quindi, quale tecnologia dovrebbe essere insegnata almeno nelle scuole?

Certamente, sono a favore del fatto che le università dovrebbero smettere di avere troppa teoria, e iniziare a sviluppare più competenze tecniche in qualsiasi tipo di carriera.

Almeno il tempo investito durante il college o l’università, non dovrebbe essere speso per imparare mentre si ha già un lavoro o un business.

La tecnologia nell’educazione è più di un semplice software di condivisione di file, dovrebbe costruire la collaborazione tra pari.

Qual è la rilevanza della tecnologia nell'educazione oggi?

L’educazione è il pilastro fondamentale di tutto il mondo, da essa dipende che le generazioni future possano essere all’altezza delle grandi sfide che esistono giorno dopo giorno.

Quindi, la verità è che oltre ad essere due cose diverse, devono andare di pari passo.

Come può un giovane essere preparato ad affrontare la realtà di una professione se la tecnologia non è la base dell’educazione?

Lui o lei non sarà mai in grado di fare un lavoro efficace se la tecnologia non è intrecciata con l’educazione attuale.

Il mondo come lo conosciamo è rappresentato dall’innovazione.

Ogni giorno si formulano nuove teorie, si fanno scoperte mediche, si creano nuovi artefatti.

Siamo coinvolti con la tecnologia come lo siamo con l’aria che respiriamo.

Senza rendersene conto, questo rappresenta un punto cruciale che dà equilibrio alla nostra vita.

Da qui la necessità di capire che come esseri viventi siamo legati al mondo di oggi in modi che non possiamo spiegare.

Dobbiamo stare al passo con le grandi tendenze tecnologiche del momento per aumentare le nostre conoscenze e in futuro avere maggiori opportunità nelle prestazioni lavorative.

Come la tecnologia ha cambiato l'educazione?

Alcuni anni fa la tecnologia in aree educative come scuole, licei e università era eccessivamente scarsa, infatti era considerata come una distrazione costante per gli studenti, arrivando al punto di eliminare il suo uso come risorsa di lavoro per gli studenti nelle istituzioni educative.

Questo provoca davvero una rottura tra l’educazione e la realtà del lavoro.

Facendo sì che i giovani senza alcuna esperienza sui programmi fossero davanti a un monitor nei loro primi giorni di lavoro, perché erano abituati a eseguire queste procedure manualmente.

Qualcosa che non solo richiederebbe loro più tempo, ma rappresenterebbe anche la presenza di scoraggiamento che porta a due cose: la prima, la dedizione del tempo di studio nell’apprendimento di questi programmi e la seconda, il crollo emotivo causato dalla mancanza di conoscenza che porterebbe il professionista al fallimento lavorativo e all’abbandono della propria professione.

Questo ha cominciato ad essere notato sempre di più dalle scuole, dai licei e dalle università.

Permettendo loro di iniziare su piccola scala a considerare la necessità dell’era digitale nelle scuole.

Arrivando al punto oggi che è diventato un requisito imminente causato dall’attuale pandemia.

Una svolta drastica che crea che in pochi anni e anche mesi la tecnologia nell’istruzione è il pilastro che permette alle istituzioni di raggiungere tutti gli angoli della terra.

Passare dall’essere qualcosa che non era considerato, all’essere il motore che permette alla crescita degli studenti di continuare a funzionare.

Perché la tecnologia è importante nell'educazione?

L’integrazione tecnologica ha avuto un impatto trascendentale sull’educazione.

Gli studenti sono stati coinvolti in un’ondata di programmi che li hanno resi esperti in strumenti tecnologici.

Anche con prestazioni superiori a quelle di chi è più vecchio.

Le nuove generazioni hanno nella loro natura la facilità di capire il funzionamento delle stesse con una capacità straordinaria.

E non è un segreto che aziende, società, enti pubblici e privati investono milioni di dollari ogni anno in dispositivi di fascia alta per garantire ai loro dipendenti un maggiore comfort e soddisfazione lavorativa.

Essendo questo il caso attuale, al di là della sua importanza, la tecnologia nell’educazione è un requisito essenziale per avere una migliore possibilità di emergere come professionisti.

I punti chiave che sono evidenziati nella traiettoria della tecnologia come uso vitale nell’educazione sono i seguenti:

Accesso a materiale moderno.

Abbiamo tutti familiarità con il tempo in cui le persone dipendevano dalle biblioteche nelle scuole, nei licei, nelle università e persino nelle città per avere accesso ai materiali di apprendimento.

Anche se all’epoca era il modo ideale per acquisire conoscenze, non garantiva informazioni rilevanti che permettessero a uno studente di avere una comprensione globale di un argomento.

Grazie alla tecnologia nell’educazione, gli studenti con un semplice click possono avere a disposizione opere in pochi secondi, compresi gli studi delle migliori università del mondo.

Video esplicativi con esempi per bambini, adolescenti o adulti, che permettono loro di capire meglio l’argomento di studio.

Questo permette allo studente di sviluppare esponenzialmente i suoi criteri personali grazie al fatto che potrà capire con i fatti la ragione delle cose.

Trasformare gli studenti in conoscitori della cultura mondiale.

Supporto alla produttività.

Tornando ancora una volta all’esempio della biblioteca, quante ore ha impiegato una persona per ottenere solo la definizione di un argomento?

Beh, la risposta è semplice, molte ore, anche per sviluppare un argomento in generale ci volevano giorni o addirittura mesi per leggere tutti i libri e ottenere quei testi che erano legati alla ricerca.

Oggi i giovani possono utilizzare applicazioni per cercare all’interno di un eBook o di un libro PDF la parola di cui hanno bisogno, questo rende il tempo è notevolmente ridotto e si può spendere più ore per leggere contenuti che saranno di beneficio per il progetto.

Insegnanti con migliori capacità di insegnamento.

Essere un insegnante è una grande responsabilità, poiché da loro dipende la conoscenza che un bambino può avere anche nell’infanzia.

Rappresentano una guida significativa nello sviluppo dei loro studenti.

La tecnologia ha dato agli insegnanti la possibilità di avere diversi modi di presentare una classe, permettendo loro di adattare gli argomenti a quegli studenti che hanno difficoltà a capire un particolare corso.

Stimolare un’educazione che avrà un impatto inimmaginabile sulla vita dei membri della tua classe.

Ogni insegnante che fa lo sforzo di insegnare classi adattabili alle innovazioni del momento, sta dando una base di sviluppo personale ai suoi studenti e sta forgiando professionisti di successo.

Quali sono alcuni dei problemi affrontati dalle istituzioni educative nell'adozione delle tecnologie?

Come per ogni cosa, ci sono sempre problemi che non permettono a tutti di godere dei veri benefici di un’educazione legata alla tecnologia.

E il fatto è che questi progressi non si concentrano solo sui dispositivi elettronici, ma anche sui social network, sui motori di ricerca e persino su nuove teorie che possono aiutare a salvare vite.

Ecco perché le risorse moderne fanno sì che la vita come la conosciamo sia guidata da tali progressi.

Tra i problemi più comuni che impediscono l’emergere dello stesso ci sono i seguenti:

Non tutti hanno accesso alla tecnologia.

Si scopre che per fornire un’educazione incentrata sulla tecnologia, le istituzioni devono avere la stessa perché altrimenti questo non potrebbe essere realizzato.

Questo rappresenta un grosso problema, poiché la digitalizzazione diventa un lusso perché non tutti possono pagare il prezzo per averla.

Anche se siamo nel XXI secolo, molte città, paesi e persino paesi sono lontani dai benefici che potrebbe significare avere la tecnologia come implementazione nelle scuole e nelle università.

Creando che solo una percentuale può godere di questi meravigliosi vantaggi.

Anche se va notato che sempre più questo divario si sta aprendo rendendo più persone possono optare per i dispositivi.

Difficoltà ad adattarsi al cambiamento.

La stragrande maggioranza degli insegnanti proviene da un insegnamento basato sulla didattica tradizionale, insomma il nemico di ogni innovazione, creando che ci siano insegnanti che non vogliono optare per l’era digitale perché il modo tradizionale ha dato risultati negli anni.

Questo è il grande errore che impedisce la crescita degli studenti, anche se molti maestri, professori o insegnanti si sforzano di creare progetti educativi legati al digitale.

D’altra parte, ci sono molti che rifiutano di beneficiare se stessi e la loro classe dell’importanza di adattarsi al mondo attuale.

Anche se può sembrare innocuo continuare a insegnare con questo modello, in poche parole, blocca la capacità degli studenti di progredire e aumentare il loro giudizio in una classe per essere implementato nella loro professione.

Quando non riusciamo ad adattarci, siamo persone incapaci di accettare la realtà.

L’era digitale ha segnato la nostra storia e continuerà a farlo giorno dopo giorno, il mondo va avanti e molto velocemente, e se non cresciamo insieme a lui, le possibilità di successo saranno davvero scarse.

Esempi di piattaforme tecnologiche nell'educazione.

Ci sono molti strumenti che alcuni anni fa venivano implementati dagli studenti per facilitare i loro progetti educativi, come i documenti di Microsoft Office, ma grazie ai progressi tecnologici sono aumentati i programmi educativi digitali che permettono allo studente di avere un’educazione più completa e strutturata.

Questi vengono direttamente focalizzati per permettere la facilità non solo allo studente, ma anche all’insegnante, evolvendo la forma di direzione che l’educazione potrebbe avere.

Anche se molti aspetti sono cambiati a causa della recente situazione sanitaria nel mondo causata dalla pandemia; tuttavia, questo ha motivato esponenzialmente l’uso delle tecnologie come metodo educativo per proteggere gli studenti dalla malattia causata dal coronavirus.

Un boom significativo e anche la dimostrazione che è possibile vivere nell’era digitale in classe.

Tra le piattaforme più eccezionali che permettono all’utente una performance più completa, abbiamo le seguenti:

Google Classroom.

Essendo una piattaforma di Google, ha guadagnato molto negli ultimi mesi a causa della ricerca di strumenti che permettono di dare un’educazione completa online. Ma Classroom è più di questo perché si può usare dalle lezioni faccia a faccia a quelle online, rendendolo un metodo misto.

Classroom è molto completo perché permette di fare carte, esami, e anche programmare riunioni e condurle virtualmente. Inoltre, uno dei vantaggi più rilevanti è che è adattabile a qualsiasi dispositivo, dando agli studenti la libertà di completare il loro lavoro sia da un telefono, tablet o computer.

Una cosa che beneficia davvero la comunità studentesca in generale, è che si tratta di un sistema totalmente gratuito. Consentendo alle istituzioni come gli studenti di avervi accesso semplicemente aprendo un account gmail.

Zoom.

È una piattaforma di videoconferenza e riunione virtuale che può essere utilizzata da qualsiasi sistema operativo, sia da linux, windows, mac, android e iOS.

Ha diverse opzioni che lo hanno posizionato come un aiuto ideale nel processo educativo delle istituzioni. Tra i quali spicca il numero di persone che possono entrare in una riunione, fino a 200 utenti.

Inoltre, permette di separarli in gruppi in modo che possano avere un’interazione più personale se la classe lo richiede. Ha anche funzioni come la condivisione dello schermo per aiutare l’insegnante a mostrare materiali didattici che possono essere utili alla classe.

Infine, e molto importante, permette la registrazione dello schermo, cioè, se uno studente non può essere presente alla riunione, l’insegnante può registrarla e poi inviare il video allo studente in modo che possa avere accesso alle stesse informazioni dei suoi compagni di classe.

Uno svantaggio rispetto a clasroom è che non è completamente gratuito. Per optare per tutte le caratteristiche e le ore illimitate di videoconferenza, un pacchetto deve essere acquistato dalla piattaforma zoom.

Microsoft Teams.

Microsoft Teams è diventato un importante strumento di collaborazione non solo nelle aziende ma anche nella scuola.

Questo strumento ha aiutato nei processi di creazione e condivisione dei file.

I corsi a distanza possono essere dati attraverso la loro piattaforma video, dove le persone possono avere un facile accesso.

Microsoft Teams for Education permette di puntare a un ambiente di classe normale.

Questo strumento, sicuramente sarebbe un software che gli studenti potrebbero usare in un ambiente di lavoro.

La tecnologia è la base dell'educazione.

L’era digitale è la base dell’educazione di oggi a causa dei cambiamenti causati dalla situazione pandemica.

Ma al di là di questo, rimarrà come un pilastro fondamentale per istruire gli studenti nel miglior modo possibile.

Questo ci permetterà davvero di avere in futuro professionisti formati ed esperti, aiutandoli nel loro rendimento lavorativo e allo stesso tempo di vederlo riflesso nel successo che possono ottenere.

Adattarsi alla tecnologia è un modo per aumentare la nostra crescita personale e allo stesso tempo per garantire più opportunità in futuro.

Più su Carriera professionale.