Carlos-barraza-logo-50

Come creare un blog in WordPress

Se ti sei chiesto per un po’ di tempo come creare un blog su WordPress, e hai finalmente preso la decisione di imparare tutto il necessario per far partire il tuo progetto, sei arrivato all’articolo giusto.

Inizieremo dandoti qualche nozione su cosa sia un blog, e ti porteremo attraverso una guida passo dopo passo su come crearne uno gratuitamente con l’aiuto di WordPress.

Come creare un blog in WordPress
Scritto da

Questo articolo è disponibile anche in: English Español Deutsch Italiano Português Français Русский 日本語

Indice

Perché fare un blog?

Prima di darvi un paio di ragioni per crearne uno, parliamo di cos’è un blog.

Un blog, che può anche essere conosciuto come un web blog, non è altro che una pubblicazione online con articoli, messaggi o recensioni su un argomento specifico.

In molti casi possiamo vedere che questo tipo di pubblicazione è direttamente collegato a un prodotto o servizio.

Allo stesso modo, l’ismo si caratterizza per mostrare il suo contenuto con una certa periodicità e un ordine cronologico inverso.

Questo significa che l’ultima cosa che è stata scritta è la prima cosa che sarà vista.

Ora sì, l’importanza del blogging sta soprattutto nel fatto che oggi è un pilastro fondamentale in quelle che sono le strategie di marketing e social media.

Oltre a questo, serve anche come uno strumento essenziale all’interno delle strategie di posizionamento dei siti web in Google.

Quindi possiamo capire che, indipendentemente dal fatto che stiamo parlando di siti web aziendali o negozi online, non è qualcosa di consigliabile creare un blog, ma piuttosto dovrebbe essere preso come un obbligo se ciò che si vuole è avere una maggiore presenza online, e uno spazio unico che servirà in più di un modo.

Nuovo post sul blog.
Questi blog sono così divertenti

Motivi per creare un blog

Aiuterà come un modo per costruire la fedeltà e la fiducia dei clienti.
Ti aiuterà a posizionarti come un esperto, non importa in quale settore lavori, poiché sarà completamente utile per attirare il traffico verso di te.
È un modo molto efficace per attirare i lead, che aiuta ad aumentare le possibilità di conversione.
Se usato strategicamente, può essere uno strumento fondamentale per migliorare l'immagine del tuo marchio, così come per connettersi con gli utenti.
C'è una buona possibilità che tu abbia una presenza in posti dove non te lo aspetteresti, dato che questo tipo di contenuto è comunemente condiviso sui social network.
Un blog non fa altro che attirare visitatori di qualità verso di voi, poiché tutti quelli che entrano saranno utenti interessati al contenuto che state condividendo.
Se lavori per questo, con ogni articolo che pubblichi fornirai un contenuto di qualità e originale, che è molto utile per ottenere un buon posizionamento in Google.
È lo spazio perfetto per educare i tuoi clienti, nel caso in cui tu senta il bisogno di educarli di più sul tuo prodotto o servizio.

E in questo modo potremmo estendere per molti altri punti le ragioni per creare un blog, ma l’idea è già lì.

E la verità è che un blog è uno strumento che, se usato strategicamente, ci può portare benefici in più di un modo.

Come scegliere un argomento?

Ora che sappiamo l’importanza di averne uno, parleremo di uno dei problemi principali quando si crea un blog, la scelta dell’argomento. Anche se molte persone pensano di sapere dove si trovano rispetto al mercato, è sempre bene tenere a mente questi tre fattori:

1. Come argomento dovresti selezionare qualcosa che ti piace veramente.

1. Come argomento dovresti selezionare qualcosa che ti piace veramente.

Si è già scritto molto sulla passione nel blogging, ma la verità è che non si ripete mai abbastanza. Non ha senso creare un blog su un argomento che non motiva abbastanza lo scrittore.

Bisogna considerare che le ore di lavoro, e lo sforzo per la creazione di pubblicazioni di qualità, saranno molte.

Inoltre, sarete in concorrenza diretta con altri blog simili, quindi vi deve piacere quello che state facendo per non stancarvi e gettare la spugna.

Quando si sceglie l’argomento di un blog, entrano sempre in gioco le seguenti domande:

  • Chi sono io?
  • Cosa faccio professionalmente?
  • Cosa ho studiato?
  • Quali hobby ho attualmente e a quali ho rinunciato nel tempo?
  • Quali cose mi piace incontrare quando navigo in rete?
  • Quali sono i miei sogni?

2. L'argomento deve essere completamente utile agli altri

Il segreto di come riuscire a creare un blog consiste nel cercare di essere il più utile possibile dal punto di vista degli altri, si potrebbe dire che è la formula universale che tende a non fallire mai.

Quando sei utile inizi a risolvere i loro problemi, o semplicemente a portare loro valore in qualsiasi altro modo, e questo è ciò che definirà il fatto che puoi interessarli o meno.

Se non sai che tipo di contenuto fare, la cosa migliore da fare è iniziare a remare con quella prospettiva in mente.

Un altro consiglio che può essere dato, all’interno di questo punto specifico, quando si sceglie l’argomento di un blog è di non iniziarlo avendo in mente quanti soldi si possono guadagnare da esso.

Se le tue intenzioni di contribuire a qualcosa alla comunità sono genuine, col tempo, le opportunità di generare reddito appariranno naturalmente.

3. Assicurati di essere sulla strada di ciò che ti riesce bene.

Dovresti sempre considerare di scegliere un argomento in cui sei almeno ragionevolmente bravo. Se questo non è il caso, e non fai un incredibile miglioramento da quando hai deciso di creare quel tipo di contenuto, le possibilità che la qualità delle tue pubblicazioni sia alta è molto bassa.

Nei punti precedenti abbiamo parlato dell’importanza di avere passione e di creare contenuti utili per gli altri, ma dovreste anche tenere a mente che se il caso è che non sapete come trattare l’argomento di un blog correttamente allora il valore che fornirete sarà molto poco, se non zero.

Allo stesso modo, non vogliamo dire che è essenziale che tu abbia un livello da mega-esperto nella tua materia, ma si raccomanda che sia qualcosa che conosci almeno un po’ perché, anche se dovresti essere bravo, imparerai molto di più lungo la strada e con ogni nuova pubblicazione che ti appresti a fare su di essa.

Gli aspetti tecnici della creazione di un blog

Ci sono una serie di aspetti tecnici per creare un blog che potete prendere in considerazione affinché ogni vostra pubblicazione raggiunga il successo. Alcuni potrebbero dirvi che sono i comandamenti del blogging, ma la verità è che sono solo corde che dovreste accordare il più possibile.

Una blogger felice che scrive un nuovo post sul suo blog, usando una connessione internet ad alta velocità, seduta a

Dovrete sempre scrivere in base ai cambiamenti del SEO.

Per anni questo è stato considerato uno degli elementi più importanti quando si tratta di scrivere un blog, ma bisogna tenere presente che le tendenze si stanno evolvendo in modo tale che, in alcuni casi, sembrano lasciare da parte tutto quanto sopra.

Bisogna sempre essere consapevoli che il fatto di implementare nuove tecniche non significa necessariamente che quelle vecchie smetteranno di funzionare, ma che si sta creando lo spazio per aggiungere qualcos’altro che senza dubbio avrà un peso importante in termini di posizionamento.

Dovrete imparare a connettervi via e-mail.

Sappiamo tutti che gestire un blog è una grande cosa, ma non c’è dubbio che le newsletter hanno ancora un grande peso sulla rete. L’idea è di combinare queste due piattaforme in modo che i tuoi iscritti possano trovare un blog di qualità.

Nel caso in cui qualcuno ti dia il suo indirizzo e-mail dovresti prenderlo come un segno che vuole sapere di più su di te, e nel caso in cui gli mandi un contenuto di qualità c’è una buona possibilità che lo condivida con persone che hanno interessi simili.

L’email marketing funziona altrettanto bene oggi come un paio di anni fa, ed è per questo che si dovrebbe sapere come implementarlo in ogni blog in modo che, in questo modo, si crea una relazione in cui gli utenti diventano clienti fedeli dei vostri prodotti, servizi, o semplicemente dei vostri contenuti.

Il design reattivo è un must al giorno d'oggi

Non è un segreto che Google ha dato un certo grado di priorità a quei siti web che sono stati assemblati con responsive design, motivo per cui non può non essere menzionato come uno dei principali aspetti tecnici per creare un blog.

Nel caso in cui tu sia quello che sta per creare un blog da zero, la cosa migliore da fare è assicurarsi che il tema e il design che hai selezionato possano adattarsi a qualsiasi tipo di formato.

La buona notizia è che, in molti strumenti, come WordPress, tutto è già adattato per rispondere al responsive design, quindi non dovrai fare molto sforzo da parte tua affinché il tuo contenuto possa essere letto perfettamente su qualsiasi dispositivo.

Cos'è un dominio?

Se non sai cos’è un nome di dominio, ti diciamo che è il nome, unico e irripetibile, che viene dato a un sito su Internet affinché le marche (che sono i proprietari di queste pagine) possano essere identificate senza problemi.

È importante sottolineare che si tratta di qualcosa che è considerato esclusivo, perché ciò che significa veramente è che ci sarà solo un’organizzazione, azienda, società o persona, che sarà fatta con quel nome.

Non ci sarà mai spazio per più di uno con esso.

Nel caso in cui stai cercando di avere una presenza online, il primo passo dovrebbe sempre essere quello di registrare un nome di dominio su Internet.

Tuttavia, dovete capire che questo da solo non sarà sufficiente per pubblicare il vostro blog, o sito web, dal momento che avrete anche bisogno di hosting (ne parleremo più avanti).

Uno degli aspetti importanti che ottieni quando registri il tuo dominio è la possibilità di creare account di posta elettronica personalizzati, questi ti permetteranno di proiettare la professionalità del tuo marchio e anche di guadagnare la fiducia di tutti quei potenziali clienti che vengono a sentirti.

Non sapete di cosa abbiamo parlato, immaginate che il vostro dominio sia GagaLove.com/it, ora, con quel dominio avete la possibilità di creare email che si rivolgono a più di una zona, come sarà il caso di [email protected], o qualsiasi altra che vi viene in mente.

Un altro aspetto importante di avere il proprio dominio è che di solito sono molto più facili da memorizzare rispetto all’indirizzo IP, quindi gli utenti di Internet entreranno più facilmente nel tuo sito. È molto più facile ricordare google.com che https://172.217.10.110/.

Dal momento in cui si sceglie il dominio, si inizia a prendere il controllo

Sappiamo tutti che creare un blog su Internet è un’esperienza in cui la personalizzazione è tutto, e dal momento in cui si decide di registrare il proprio dominio si inizia ad avere autorità su ciò che si vuole e ciò che non si vuole.

Devi sapere che quando si sceglie un nome di dominio, ciò su cui le persone di solito basano la loro scelta è la necessità di riflettere la natura del sito web a cui corrisponde.

Cioè, prendendo l’esempio precedente, se è una fanpage di Lady Gaga, potrebbe essere gagalove.com/it senza alcun problema.
Il trucco nella scelta di un dominio che vada secondo ciò che il tuo contenuto offrirà al pubblico è che in questo modo sarà molto più facile per loro non solo sapere chi sei, ma anche cosa aspettarsi quando entrano nel tuo sito. Così ogni utente interessato andrà direttamente lì.
Così, ora che sai cos’è un dominio e qual è la sua importanza, non c’è dubbio che questo è il primo passo per creare un blog in WordPress, o da qualsiasi altro strumento che hai in mente. Quindi, assicuratevi di farlo nel modo giusto.

Cos'è l'hosting?

La definizione di hosting si riferisce al servizio online che offre la possibilità di pubblicare un sito web o un’applicazione web su Internet.

Quello che si fa fondamentalmente è affittare uno spazio su un server che servirà a memorizzare tutti i file e i dati necessari al funzionamento del sito web.

Ora, nel caso non sappiate cos’è un server, è un computer fisico che funziona senza interruzioni in modo che il sito web possa essere disponibile ogni volta che qualcuno vuole accedervi.

Quello che fa l’hosting provider è assicurarsi che questo server non smetta di funzionare, dato che può proteggerlo da attacchi maligni ed è anche responsabile del trasferimento di tutti i contenuti web (sia testo, immagini, tra gli altri), dal vostro server ai browser dei visitatori.

Quando si prende la decisione di creare un nuovo blog si dovrebbe trovare una società di hosting che fornisca spazio disponibile su un server. Il fornitore sarà responsabile dell’archiviazione di tutti i file, media e database su quel server.

Tieni presente che ogni volta che qualcuno digita il tuo nome di dominio nella barra degli indirizzi del browser che sta usando, il server trasferirà tutti i file necessari affinché questa richiesta sia gestita correttamente.

Con questo quello che vogliamo anche dire è che quando si sceglie un piano di hosting si dovrebbe sempre fare in modo che si adatti alle esigenze del blog, o del sito web, altrimenti le prestazioni saranno insufficienti e si avranno dei fallimenti.

Lavoro online, educazione, webinar, blogging durante la quarantena del covid-19

Come creare un blog gratuito in WordPress?

Nel caso tu sia arrivato fin qui ti starai già mangiando le unghie per sapere come creare un blog in WordPress, ed è per questo che ti daremo un passo per passo per completare questo compito nel più breve tempo possibile e riuscire nei tuoi primi passi nel blogging.

Passo 1: Entrare in WordPress

La prima cosa che devi fare è forse un po’ ovvia, ma devi entrare nel sito di WordPress in spagnolo per procedere con la creazione del tuo blog. Puoi cercarlo più tardi su Google, o aprirlo in un’altra scheda cliccando qui: https://es.wordpress.com/

Quello che dovresti cercare su questo sito è il pulsante blu che dice Start creating your website, perché dovrai cliccarci sopra per procedere. Da qui riceverete anche una guida passo dopo passo dal sito.

Passo 2: Creare il tuo account utente

Su questa nuova schermata noterai che inizierai un tour assistito della piattaforma che consiste in 6 passi, o fasi, e il primo di essi consiste nel creare il nome utente e la password che ti daranno accesso a tutte le funzioni di WordPress.

Tutto quello che devi fare è inserire la tua email, insieme a un nome utente e una password. Nel caso in cui ti sembri più comodo in questo modo, hai anche un pulsante disponibile per utilizzare direttamente il tuo account Google. In ogni caso, per continuare basta cliccare sul pulsante Create your account.

Passo 3: Scegliere il tipo di sito che ti aspetti di creare

Questo è il passo che definirà che stai per creare un blog in WordPress, poiché dovrai segnare che questa è la tua intenzione.

Tra gli altri tipi di siti disponibili per creare con lo strumento ci sono business, professionali e negozi online.

Passo 4: Scegliere l'argomento su cui sarà il tuo blog

Se sei già in WordPress rispettando tutto questo processo è perché sai di cosa sarà il tuo blog, e la piattaforma ti chiederà di essere specifico su cosa è.

Noterete che vi darà una serie di opzioni per rendervi molto più facile segnare ciò che riguarda il vostro blog, ma nel caso in cui sentite che non vi identificate con nessuna di esse avete anche la possibilità di scriverlo.

Passo 5: inserire il nome del tuo blog

Una volta che siete avanzati a questo punto noterete che vi verrà richiesto di inserire il nome del vostro blog, mentre lo digitate sotto avrete un’anteprima di come apparirà in compagnia del tema che avete già scelto.

Nel caso in cui si senta che non c’è niente di strano, allora si può cliccare sul pulsante Continua per continuare con questo processo.

Passo 6: Scegliere il nome del dominio per il tuo blog

Per questo avete la possibilità di aggiungere un dominio personale, uno di quelli che non mostrerà il wordpress.com alla fine, ma questa è un’opzione per la quale dovete pagare.

L’acquisto può essere fatto direttamente da WordPress.com, ma la verità è che è meglio utilizzare un altro fornitore di dominio che ha una grande reputazione, e con pacchetti che si adattano alle vostre esigenze.

Passo 7: Scegliere il piano che userai

Questa è l’ultima delle 6 tappe che la piattaforma ti dà. Nel caso tu voglia creare un blog WordPress gratuito, dovrai controllare questa opzione, ma ce ne sono anche altre come Personal, Premium, Business, e altre ancora, che potrebbero interessarti.

Passo 8: Benvenuto nel tuo pannello di controllo!

A questo punto ti troverai all’interno del pannello di controllo del tuo nuovo blog, che ti permetterà di visualizzare le statistiche, pubblicare i tuoi nuovi post, aggiungere pagine, creare il menu e molto altro.

Domande frequenti
su Come creare un blog

Un blog WordPress gratuito vale la pena se siete disposti a imparare le basi di WordPress.

Se vuoi migliorare il tuo blog, allora dovresti puntare a comprare il tuo dominio e il tuo hosting WordPress.

Iniziare un blog in WordPress può essere gratuito se si utilizza direttamente il loro sito organizzativo.

Ma se vuoi andare oltre nello sviluppo del tuo blog, allora devi comprare un nome di dominio per circa 8 dollari all’anno e un servizio di hosting WordPress che potrebbe iniziare intorno ai 5 dollari al mese.

Più su WordPress Blog.