Come fare un podcast su Spotify.

Se vi state chiedendo come fare un podcast su Spotify, è perché sapete che questo è uno dei mezzi più usati e apprezzati per condividere contenuti oggi.
Scritto da

Questo articolo è disponibile anche in: English Español Deutsch Italiano Português Français Русский 日本語

L'opinione di Carlos -
Come fare un podcast su Spotify.

L’attuale tendenza dei podcast e l’uso di Spotify ha anche reso più facile fare un Podcast.

Per fare un podcast su Spotify puoi semplicemente scaricare l’app Anchor, e iniziare a creare il tuo podcast.

Semplicemente così.

Se hai uno smartphone, non devi diventare troppo complicato e fantasioso quando crei un podcast.

È una questione di forza di volontà per fare un podcast.

Ho voluto provare a fare il mio Podcast su Spotify.

Capisco diverse piattaforme che già esistono per aiutarvi nel processo.

Uno dei principali interessi dei podcaster nuovi e attuali è essere su Spotify.

Così come in Apple Podcasts, ma comunque, personalmente preferisco Spotify.

È bello avere il tuo Podcast, perché puoi usarlo come strumento per far fluire le tue idee.

Vi consiglio di avere i vostri argomenti un po’ più in ordine, e non come me, che probabilmente sono un po’ disordinato.

Attualmente sto registrando le opinioni dei miei blog sui miei Anchor Podcasts.

Mi siedo e comincio a parlare al telefono.

Altre piattaforme come Breaker, RSS e Spreaker offrono diverse alternative per creare il proprio Podcast.

Si tratta solo di sapere esattamente cosa si vuole fare con esso.

Inizia a parlare e a condividere la tua voce con il mondo.

Cos'è un podcast?

Anche se può sembrarvi incredibile, molte persone non sanno ancora bene cosa sia un podcast.

E, anche se questa mossa ha rivoluzionato il mondo soprattutto dal 2019, oggi c’è chi non vi si attiene.

Possono essere facilmente definiti come una serie di episodi registrati in audio e trasmessi in modo online.

I formati di registrazione possono essere diversi, ma tra i più comuni ci sono le interviste tra un ospite e un presentatore, o dove il presentatore parla semplicemente di un argomento specifico.

Qualunque sia il formato della presentazione, questi tipi di programmi hanno la necessità obbligatoria di avere un argomento e una persona che porti avanti l’argomento.

Spesso questi individui sono etichettati come un ospite.

E, anche se sappiamo che vi abbiamo detto che una delle loro caratteristiche principali è il fatto che vengono trasmessi online, il podcasting dà anche la possibilità agli interessati di scaricare gli episodi per poterli ascoltare quando non hanno una connessione a internet.

Oggi è importante vedere questo tipo di trasmissioni come una nuova finestra per soddisfare il pubblico.

Soprattutto a coloro che non conoscono o non interagiscono con media simili precedenti, come la radio.

Come scegliere l'argomento di un podcast?

Sapere come scegliere l’argomento per un podcast è la chiave per iniziare in questo nuovo mondo.

E, anche se molti diranno che si dovrebbe andare per quello che è di tendenza, ci sono alcuni consigli che possono aiutarvi a ottenere un po’ fuori.

Si tratta di parlare di un argomento che ti appassiona.

Questo è forse uno dei consigli più importanti, perché le persone sapranno che se state parlando di un argomento con cui siete a vostro agio, si vedrà nella vostra voce. Questo vi aiuterà a connettervi con gli ascoltatori parlando in modo naturale ed emotivo.

Scegli un argomento di cui sei esperto.

Come complemento al primo consiglio che ti abbiamo dato, è di vitale importanza che l'argomento che toccherai nel tuo podcast sia uno di quelli che padroneggi. Questo vi farà non solo parlare delle basi, ma anche fornire informazioni interessanti e utili al vostro pubblico, rendendolo agganciato al vostro contenuto rapidamente.

Cercate di non passare frequentemente da un argomento all'altro.

Anche le persone che decidono di fare un podcast, e toccano diversi sottotemi, ne trattano solo uno centrale. Puoi parlare di più di una notizia, purché tu sappia che il tuo pubblico ti ascolta per sapere cosa succede nel mondo. Se si inizia a parlare con loro di come cucinare questo può mandarli in fuga.

Prenditi il tempo necessario per scegliere l'argomento giusto per te.

Sappiamo che quando vogliamo iniziare con qualcosa siamo ansiosi, e per alcune persone sarà più facile di altre scegliere l'argomento. Ma è di vitale importanza che tu prenda questa decisione sempre dalla tranquillità e dallo studio di ciò che può funzionare, e come devi svilupparlo per farlo funzionare.

Non abbiate paura di essere i primi a dire qualcosa.

Si può trovare interessante parlare di come fare il bagno agli animali domestici, e non ci sono davvero molte persone che lo fanno. Ma questo non significa che il pubblico sia meno interessato. Lasciatevi alle spalle la paura di fare qualcosa di nuovo.

Vantaggi e svantaggi di un podcast.

Ora che vi abbiamo parlato in parte di come fare un podcast, specificando cos’è e dandovi le migliori linee guida per scegliere un argomento, è il momento di parlare dei vantaggi e degli svantaggi che sicuramente vi serviranno da stimolo per sapere perché, o perché no, dovreste iniziare il vostro.

Vantaggi di un podcast

È una nuova opportunità per condividere la tua passione.

A differenza della radio tradizionale, dove c'è un'agenda stabilita di argomenti, qui si è liberi. È l'autore che decide gli argomenti e il genere del contenuto, che serve per sviluppare un sogno, condividere un'esperienza o insegnare un'abilità.

Raggiungerete il pubblico che avete veramente in mente.

I programmi radiofonici tradizionali dovrebbero essere inclusivi. In questo caso, puoi indirizzare il tuo contenuto a un segmento molto specifico della popolazione. Puoi raggrupparli per età, hobby, gusti musicali, tra gli altri.

Ti permetterà di creare la tua comunità di seguaci.

Spesso vediamo che, quello che è iniziato come un podcast, diventa una comunità con un feedback incredibile dove gli host iniziano anche ad essere considerati come influencer e i numeri nelle loro reti sociali salgono come la schiuma.

La gente vi ascolterà perché è veramente interessata.

Tenete a mente che fare un podcast non è come fare uno show su qualsiasi altro mezzo, dove alcune persone lo ascolteranno semplicemente perché non possono toglierlo dalla trasmissione. In questo caso, ogni ascoltatore sarà interessato al tuo contenuto.

Vi darà una portata internazionale.

Uno dei maggiori vantaggi di un podcast è il fatto che sarete in grado di raggiungere un pubblico sia nella vostra località che in qualsiasi altra parte del mondo. Portare la popolarità dei vostri contenuti in luoghi che non avete ancora immaginato.

Svantaggi di Podcast

Non sarà disponibile per gli utenti con scarsa connessione.

Se gli utenti non hanno una connessione internet, o è di scarsa qualità, non saranno in grado di godere del vostro programma. Allo stesso modo, nel caso di una situazione intermittente, potranno scaricare gli episodi più tardi.

Molti lo vedono come un processo di comunicazione a senso unico.

Oggi vediamo che molti programmi hanno un modello di comunicazione a due vie, il che significa che il feedback si crea tra il conduttore e il pubblico. In questo caso, a meno che non si usino canali alternativi, questo non esiste.

La scarsa qualità del suono influisce totalmente.

Attualmente, e soprattutto coloro che sono appena agli inizi, non hanno gli strumenti per rendere il loro suono pulito e senza rumore di fondo. E, in alcuni casi, la connessione internet può anche abbassare la qualità del lavoro finale.

Devi avere un buon computer se vuoi una produzione di alto livello.

La maggior parte delle persone che ti chiedono come fare un podcast se sei un principiante ti dirà che non è necessario, ma la verità è che per effettuare le trasmissioni hai bisogno di un computer con buone prestazioni a causa del consumo costante della memoria RAM e delle prestazioni del processore.

4 piattaforme gratuite per fare un podcast Su Spotify.

Ancora

Anchor.fm è una delle migliori piattaforme per fare un podcast gratuito e dà la possibilità di distribuirlo, senza problemi, alle principali applicazioni di ascolto, come Spotify.

Funziona anche con Pocket Casts, Google Podcasts, Overcasts e Apple Podcasts.

Ti permette la possibilità di sbloccare sponsorizzazioni, in modo che il tuo contenuto sia supportato da marchi, grandi o piccoli, che sono interessati a far conoscere i loro prodotti al tuo tipo di pubblico.

Oltre a questo, ti dà anche la possibilità di accettare donazioni dagli ascoltatori in modo da poter generare più entrate man mano che il tuo pubblico cresce.

Sullo stesso sito web troverete con funzioni di analisi che sono composte da conoscenze avanzate in cui avrete accesso in modo da poter capire il modo in cui funziona il mondo dello streaming e far crescere il vostro pubblico in un breve periodo di tempo.

Nel caso tu sia interessato a creare un account su Anchor.fm ti lasciamo il link dove l’unica cosa che dovrai fare è compilare un breve questionario con le tue informazioni personali e di accesso, e poi andare alla personalizzazione del profilo: https://anchor.fm/signup

Interruttore di Twitter

Breaker.audio, da Twitter, è una delle piattaforme che ha fatto più rumore tra gli utenti che amano ascoltare un buon podcast.

E sono le funzionalità di questo che lo distinguono da altri simili, quindi potrebbe essere interessante per voi per sviluppare il vostro progetto.

A partire dal fatto che è una delle poche piattaforme per fare un podcast gratuito in cui le persone possono seguire i loro amici, in modo da poter vedere quali sono gli episodi più recenti che hanno ascoltato e piaciuto, rendendo più facile per il vostro contenuto di raggiungere nuovi utenti.

A parte questo, molti utenti fanno uso di questa piattaforma soprattutto di notte, perché è possibile impostare un tempo per dormire.

Cioè, se sono molto occupati durante il giorno possono programmare di ascoltare il tuo contenuto durante la notte con la sicurezza che, dopo la fine, il sistema si spegnerà.

La piattaforma ti dà la possibilità di iscriverti usando il tuo account Twitter, Facebook, Google o Apple. Puoi anche iniziare il processo da qualsiasi altro indirizzo e-mail che hai. Non esitate a considerare questa opzione ad un certo punto.

RSS

RSS si definisce come la migliore piattaforma per fare un podcast gratuito, così come per far crescere una comunità di ascoltatori.

Quindi, senza dubbio, vi presenteremo questa opzione e sta a voi scegliere se prenderla o lasciarla.

Hanno un servizio di hosting che vi permetterà di pubblicare facilmente i vostri programmi.

Con un’archiviazione audio illimitata, così non dovrete mai preoccuparvi di esaurire lo spazio, o di pagare quelle tasse nascoste che vedete su un paio di piattaforme che si vendono come gratuite.

Di per sé, si ottiene uno spazio molto ben progettato per la condivisione di contenuti.

Qui vedrete soprattutto gli episodi più recenti, con accattivanti copertine, e altro ancora. Con i loro strumenti puoi anche monitorare la crescita del tuo pubblico, analizzando i tuoi follower, i download e molti dati rilevanti per la pianificazione.

Nel caso in cui abbia attirato abbastanza la vostra attenzione potete andare su rss.com per iniziare il processo di registrazione, dove non avrete bisogno di inserire una carta di credito o qualsiasi altro metodo di pagamento.

Non appena meno te lo aspetti, condividerai il tuo primo episodio sulla piattaforma.

Spreaker

Spreaker.com è una piattaforma dedicata non solo all’hosting e alla creazione di podcast, ma anche alla loro distribuzione e monetizzazione.

Si presentano come una piattaforma di produzione e crescita più semplice di molte di quelle che esistono oggi.

È sulla nostra lista di piattaforme per fare un podcast perché la creazione di contenuti non è mai stata così facile con nessun’altra.

A parte questo, il loro team ha lavorato per oltre un decennio per dotare i podcaster e gli editori di tutti gli strumenti necessari per avere successo.

Su questa piattaforma, una volta che hai creato il tuo podcast, pubblicare l’episodio è facilissimo, offrendo il contenuto alla tua comunità istantaneamente.

A parte questo, vi basterà un solo clic per distribuire a tutte le principali piattaforme di ascolto, come Spotify, Google Podcasts e altre.

Siccome sappiamo che è un’opzione altrettanto interessante, vi diciamo che il processo di registrazione può essere fatto automaticamente con un account Google o Facebook.

Se preferite, potete anche farlo manualmente con un’e-mail e una password.

Più suContent Marketing.